Gizzeria: un Centro Polifunzionale della cultura Arbëresh al Palazzo Trapuzzano

Grazie ad un finanziamento di 314 mila euro, Palazzo Trapuzzano diventerà un Centro Polifunzionale della cultura Arbëresh di Gizzeria.

Gizzeria: un Centro Polifunzionale della cultura Arbëresh al Palazzo Trapuzzano

palazzo trapuzzanoGrazie ad un finanziamento di 314 mila euro, Palazzo Trapuzzano diventerà un Centro Polifunzionale della cultura Arbëresh di Gizzeria.

Il progetto "Arcipelago Arberia" è stato infatti inserito nella graduatoria dei Piani integrati di sviluppo locale (Pisl) presentata ieri dal Governatore Giuseppe Scopelliti e dall'assessore alla programmazione Giacomo Mancini, nell'ambito del POR Calabria FESR 2007-2013.
L'intervento finanziato fa parte del Progetto "Arcipelago Arberia", un piano di sviluppo molto ampio che – si legge in una nota del Comune di Gizzeria " che prevede un finanziamento complessivo superiore ai 7 milioni di euro per un totale di 31 interventi dislocati nei vari comuni Calabresi facenti parti dell'intesa guidata dal comune capofila di Spezzano Albanese; all'interno del progetto il Comune di Gizzeria ha proposto e ottenuto la dotazione di 314 mila euro per il Recupero e Riqualificazione di Palazzo Trapuzzano al fine di realizzare un Centro Polifunzionale della cultura Arbëresh di Gizzeria."
Per quanto riguarda lo storico edificio del centro storico di Gizzeria, il progetto di riqualificazione prevede "di bloccare lo stato di degrado e favorire la conservazione di tutti gli elementi che compongono l'edificio, con particolare attenzione al mantenimento delle caratteristiche architettoniche originarie, oltre alla realizzazione di spazi associativi, mediateca, museo delle tradizioni, un laboratorio musicale etnografico, ed un archivio della minoranza linguistica Arbëresh, oltre una dotazione hardware informatica per la diffusione dei contenuti culturali attraverso la rete internet, che sarà l'elemento di collegamento con l'esterno e con le altre comunità Arbëresh."
Il centro sarà utilizzato da tutti i cittadini e dalle associazione culturali a cui saranno riservati degli spazi per la loro attività associativa; sarà gestito direttamente dal comune, e la gestione operativa sarà affidata a un comitato costituito da rappresentanti dell'amministrazione comunale, dalle associazioni culturali non profit, dai rappresentati del mondo della scuola e da altri enti o istituzioni tramite convenzione.

Cultura & Spettacolo